Cinque regole per la cura delle Stelle di Natale

Il periodo natalizio è, per tradizione, un momento da trascorrere con la propria famiglia e i propri amici, e le case addobbate a festa contribuiscono a creare la giusta atmosfera. La Stella di Natale (o Poinsettia) è la protagonista perfetta di questo momento magico: le sue foglie brillanti e colorate, spesso reinventate in decorazioni speciali, danno il benvenuto agli ospiti e diffondono l’aria di festa. Prendersene cura è molto semplice.

Rosso, bianco, crema, giallo, rosa e albicocca, dalle tonalità pastello a quelle più accese, dalle sfumature ombré a quelle più decise: le Poinsettia presentano una varietà di colori molto ampia.

Le piante di Stella di Natale sono una parte indispensabile delle decorazioni natalizie e le possiamo ritrovare in differenti utilizzi e situazioni: sull’albero di Natale, all’interno di ghirlande o di calendari dell’avvento. Spazio ala fantasia e alla creatività seguendo uno stile che può andare dal tradizionale al moderno. Inoltre, sono semplici da curare, anche senza pollice verde.

 

 

REGOLA N.1:

Controllare prima di comprare

Le piante di Poinsettia sono disponibili, un po’ ovunque, dal mese di novembre in poi.

Si consiglia, prima di effettuare l’acquisto, di verificarne attentamente la qualità per assicurarsi che le piante crescano bene e a lungo: il fogliame denso e i boccioli giallo-verdi sono simbolo di una pianta in buono stato.

Ricordiamo che i “fiori” non sono le foglie colorate a forma di Stella (che si chiamano brattee), ma piuttosto i boccioli al loro interno.  Nel caso questi risultassero appassiti, è bene procedere selezionando un’altra pianta.

Evitare inoltre di scegliere i vasi posizionati nella corrente delle porte d’entrata: le Poinsettia soffrono gli spifferi.

 

REGOLA N.2:

Evitare freddo e vento nel tragitto verso casa

Anche se il nome potrebbe lasciar intendere il contrario, la Stella di Natale ha origini messicane e non ama il freddo. È quindi importante limitare il più possibile la loro esposizione alle basse temperature preoccupandosi, nel tragitto verso casa, che siano ben ‘coperte’ e impacchettate. Portarle al più presto in un ambiente più tiepido.

 

REGOLA N.3:

Niente luce solare diretta

Le piante di Poinsettia amano la luce e il caldo, ma devono essere protette dalla luce solare diretta così come dagli spifferi. La loro temperatura ideale è tra i 15 e i 22 gradi Celsius.

Un altro consiglio: non posizionarle vicino a frutta e vegetali, o le brattee appassiranno in fretta.

 

REGOLA N.4:

Acqua: meno è meglio che troppo

Le Poinsettia non amano stare immerse nell’acqua. È dunque bene non lasciare ristagni nel vaso. Un suggerimento è quello, una volta innaffiate, di rovesciare subito l’acqua in eccesso, altrimenti le foglie potrebbero scolorire o cadere. Una piccola quantità di acqua tiepida una volta ogni due settimane è più che sufficiente. Per esaltare lo splendore delle brattee, aggiungete del comune concime all’acqua ogni mese.

 

REGOLA N.5:

Il taglio giusto

Le Stelle di Natale sono meravigliose, e non solo in vaso. Queste piante estremamente versatili possono essere infatti recise per comporre un bouquet o per altri speciali utilizzi. Una volta tagliate, è però importante fermare la fuoriuscita della linfa. Per farlo: immergere la punta degli steli nell’acqua calda a 60 gradi Celsius circa per circa cinque secondi e, successivamente, passarli nell’acqua fredda con all’interno un conservante per fiori recisi.

In questo modo le Poinsettia dureranno molto più a lungo: dovrebbero mantenere il loro colore ‘vibrante’ per circa due settimane. 

 

 

 

 

 

 


Braktee